51 anni fa se ne andava Jimi Hendrix, il re della chitarra elettrica

Jimi Hendrix

Jonny Allen Hendrix nasce il 27 novembre 1942 a Seattle. Più tardi il padre cambierà il nome del figlio in James Marshall; nome destinato a diventare il nomignolo “Jimi”.

Dal razzismo al ritardo nei soccorsi: in un libro la fine di Jimi Hendrix - DIRE.it

All’età di soli dodici anni riceve come dono la sua prima chitarra elettrica, chiamata da lui affettuosamente “Al”.

È considerato all’unanimità il più grande chitarrista elettrico di tutti tempi. Amava cambiare, non restare fermo, niente routine, niente abitudini, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, nell’arte come nella vita.

Grazie alle sue doti straordinarie nel giro di poco tempo diventa il chitarrista di personalità come Little Richard, Wilson Pickett, Tina Turner e King Curtis.

Nei suoi brevi quattro anni di “regno”, Jimi Hendrix amplia il vocabolario della chitarra elettrica rock più di qualsiasi altro. Hendrix diventa un maestro nel riuscire a tirar fuori dalla chitarra suoni mai ascoltati prima di allora.

La sua vita cambia quando viene notato da Chas Chandler, il bassista del grande gruppo inglese “The Animals” che rimane folgorato dagli incredibili virtuosismi di Jimi. Lo convince a trasferirsi in Inghilterra e a formare il celeberrimo trio “The Jimi Hendrix Experience” con il batterista Mitch Mitchell e il bassista Noel Redding. Il primo singolo “Hey Joe”, rimane nelle classifiche inglesi per dieci settimane, raggiungendo la sesta posizione nel tardo 1967. Il singolo del debutto è velocemente seguito dal lancio dell’LP “Are You Experienced?”.

Che fine hanno fatto i membri dei Jimi Hendrix Experience?

Ad agosto trionfa a Woodstock, con una versione delirante dell’inno americano. Con la sua chitarra Hendrix non si limita a distorcere la celebre melodia ma imita il suono di spari e bombardamenti, ricordando a tutti che era in corso la tragica guerra del Vietnam, come solo lui sapeva fare.

18 agosto 1969: quella volta in cui Jimi Hendrix diede un pugno (davvero voluto?) all'America suonando l'Inno a Woodstock. - Periodico Daily

Il 18 settembre 1970, a 28 anni non ancora compiuti, viene ritrovato morto a Londra riverso sul letto di una stanza del Samarkand Hotel, soffocato nel proprio vomito per una overdose di barbiturici.

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

06PLAY è una testata giornalistica con sede a Roma e ha l’intento di raccontare a 360 gradi la vita di tutti i giorni

SE VUOI CONTATTARCI

CONTATTACI QUI

© 2020 All Rights Reserved, site by: Alessandro Papa